Glossario

Termini dal cosmo Meetrics a colpo d'occhio

Qui di seguito potrete trovare tutte le principali definizioni e terminologie relative ai nostril servizi e prodotti, spiegate nel dettaglio. L’obiettivo del seguente Glossario e’ di rendere le nostre tecnologie e l’intero ecosistema digitale piu‘ tangile e comprensibile. Qualora dovesse rimanere qualche domanda insoddisfatta, siamo a vostra disposizipone!

ADAM-SUITE

La suite ADAM e’ la piattaforma Meetrics, all’interno della quale e’ possible monitorare contemporaneamente tutti I KPI , dettagliati in profondita.

Ad Impressions Measured

Una ad impression e’ in sostanza la chiamata di un ad. Installando la nostra tecnologia, saremo in grado di rilevare tale chiamata. La somma di tutte le impression misurate e’ riportata sotto la voce Ad Impression Measured.

Ad Impressions Total Rendered Served

Tale numero sta ad indicare quante adimpression vengono deliverate. Questo numero indica quante ad impression.

Export

All’interno della nostra suite Adam, e’ presente una sezione dedicata esclusivamente all’esportazione dati. Qui potrete generare diverse tipologie di report da scaricare immediatamente, oppure impostare dei report automatici

Invalid Impressions

Numero di impression create arificialmente, incrementando il normale livello di delivery.

Measurement Rate

Puo’ accadere per motivi tecnici di non essere in grado di misurare tutte le impression erogate con I nostri tracciamenti implementarti. Il measurement rate descrive quanto grande sia la porzione delle impression misurate, in relazione a quelle non misurate. Qualunque sia il livello di impression non misurate, questo non ha influenza sul viewability rate.

Project

All’interno di ADAM Suite, potrete trovare differenti progetti, il tutto dipendentemente da come la mostra misurazione e’ stata impostata.

Widget

Per costruire e strutturare la nostra dashboard secondo i vostri desideri, abbiamo sviluppato dei widget. Questi possono essere selezionati, completati e, soprattutto, collocati in modo modulare in base alle proprie esigenze. Questo ti permette di avere tutti I dati a portata di mano, rendendo la dashboard individualmente rilevante.

AD-TECH

Il nome Ad-Tech deriva dalla lingua inglese (tecnologia pubblicitaria) e combina al suo interno tutti i fornitori di servizi e prodotti che si occupano di tecnologia pubblicitaria. Comprende anche i fornitori di strumenti di ad-verifiaction.

In-App

Il traffico in-app rappresenta l’insieme di chiamate e risposte che avvengono su dispositivi mobili, non attraverso un browser operativo installato su di essi, ma bensi’ in app locali come app di notizie, app di social network o app di ricette.

Mobile Enabled Webpages (MEW)

Ciò include la visita ad un sito web regolare o ottimizzato per dispositivi mobili utilizzando uno smartphone o un tablet. Poiché il contenuto editoriale ed il materiale pubblicitario sono integrati tramite HTML, la nostra misurazione può essere utilizzata senza alcuna interferenza.

MRAID

MRAID e’ un acronimo che significa “Mobile Rich Media Ad Interface Definitions” ed è una funzionalità che consente di riprodurre banner pubblicitari in posizionamenti in-app. Questa funzione, ci consente di tracciare specifici processi e operazioni, in modo da permetterci, tra le altre cose, di determinare la viewability di un annuncio.

Native Apps

Le cosiddette app native sono app create con il linguaggio di programmazione dei sistemi operativi mobili. Il materiale pubblicitario può essere visualizzato tramite WebView. Il protocollo MRAID consente la comunicazione tra WebView e Native App, rendendo possibile la misurazione della viewability.

Tracking Tag

Una volta creato il tuo progetto, riceverai da noi un tag di tracciamento. I tag di tracciamento possono essere generici in quanto di solito contengono macro che ci forniscono i dati necessari direttamente dal tuo ad server, oppure possono essere codificati. In questo caso, tuttavia, i tag devono essere creati individualmente per le nuove misurazioni e posizionamenti della campagna. Ad esempio, un tag generico potrebbe assomigliare a questo:

<script src = “https://s000.meetrics.net/bb-mx/prime/mtrcs_000000.js?pjid=000000cpid=12345&place=23456&size=ABC_34567&size=34567” async = “async”> </ script>

Con un tag di questo tipo, Meetrics e’ in grado di misurare tutti i prodotti in parallel, il che rende la gestione dei progetti piu’ snella.

VAST

VAST significa “Video Ad Serving Template” ed è quasi completamente integrato nei lettori video nella versione 2.0. Questo standard offre la possibilità di una cosiddetta misurazione a 5 punti, il che significa che i pixel di misurazione sono installati in cinque punti del video, cioè all’inizio del video, al 25%, al 50%, al 75% e al fine. Possiamo tracciare la chiamata di questi pixel e quindi determinare il livello di view-through rate.

VPAID

L’abbreviazione VPAID significa “Video Player Ad-serving Interface Definition” ed è stato originariamente sviluppato per consentire agli inserzionisti di integrare contenuti interattivi in ​​annunci video. Questa funzione consente di inserire il proprio script direttamente nel materiale pubblicitario, attraverso il quale ad esempio, è possibile misurare viewability e altri KPI. Tuttavia, questo processo non è comune, soprattutto nel mercato tedesco.

VIEWABILITY CHECK

Il termine viewability descrive la visibilità di un annuncio digitale per l’occhio umano. Per questo vengono prese in considerazione sia la percentuale dell’area visualizzata che la durata in cui tale porzione rimane in tale stato. Questo KPI è considerato un indicatore importante per misurare il successo di campagne e pubblicità digitali.

Il nostro viewability check misura questo KPI e riporta i valori risultanti.

Above the Fold / Below the Fold

Questi due termini descrivono motivi per cui un annuncio non era visualizzabile. L’annuncio era quindi o troppo in alto o troppo in basso. Il “fold” descrive il bordo superiore o inferiore della finestra di visualizzazione.

Benchmarks

Meetrics pubblica tassi di viewability medi trimestrali per diversi mercati e formati. Generiamo questi dati dal traffico che misuriamo in ogni singolo mercato. Questo ti permette di confrontare le ogni signolo risultato di un progetto con i valori medi del mercato di riferimento.

Metric

Una metrica definisce un’area mirata, visibile in percentuale di un annuncio e la corrispondente durata di visibilità desiderata in secondi.
Quindi, 50/1 significa che almeno il 50% dell’annuncio deve essere stato nell’area visibile per almeno un secondo per consentire a Meetrics di classificare l’annuncio come visibile.

MRC-Standard

L’MRC (Media Rating Council) è un’organizzazione americana che conduce processi di accreditamento internazionale per garantire gli standard nel settore. Tali procedure devono essere ripetute a intervalli regolari.

Reasons for Non-Viewability

Le ragioni per non essere viewable indicano I motivi per cui un ad o un placement non e; riuscito a soddisfare I parametri di visibilita’. Cio’ consente di ottimizzare la viewability di una campagna.

Tali informazoni possono essere reperite direttamente in piattaforma o all’interno dei report scaricati.

Viewable area threshold

L’area visualizzabile descrive la percentuale di un annuncio che può essere visto da un utente. Ciò a sua volta definisce la rispettiva metrica: 50/1 significa che il 50% dell’annuncio era nell’intervallo visualizzabile per almeno un secondo.

.

Viewable Cost per Mille (vCPM)

“Cost per Mille Impression” rappresenta l’unita’ di misura dell’acquisto digitale, ossia il costo per il delivery di 1000 ad impression. In alcuni mercati, tuttavia, sempre’ piu’ pagamenti vengono effettuati secondo il parametron “viewable cost per mille”, ossia il costo per deliverare 1000 ad impression visibili. Se non visibile, ogni sigola impression non viene calcolata.

Viewable Impressions

Un’impression si riferisce alla chiamata di un banner pubblicitario. Il termine “visualizzabile” aggiunge che in questa chiamata, il banner deve anche essere classificato come “visualizzabile” in base alla metrica di riferimento. Quindi include solo gli annunci pubblicati che sono stati effettivamente visti da un utente.

Viewport

Il viewport descrive l’area di un sito Web che l’utente vede senza scorrere verso l’alto o verso il basso. Quindi è la parte di un sito web che l’utente vede immediatamente dopo aver aperto la pagina.

Viewtime

Il termine Viewtime si riferisce alla durata in cui un annuncio è stato effettivamente posizionato nell’area visualizzabile. Apparira’ descritto in secondi nella nostra dashboard. Meetrics calcola i benchmark trimestrali per Viewtime, per mercato e per formato.

Viewability Definition

Il termine “viewability definition” può essere utilizzato come sinonimo del termine “metrica” ​​e indica quali prerequisiti devono essere soddisfatti affinché un annuncio sia considerato visualizzabile. Esempio: 50/1, almeno il 50% di un annuncio deve essere stato all’interno dell’area visibile per l’utente, per almeno un secondo.

ADFRAUD PREVENTION

Il termine AdFraud descrive una situazione in cui le impression o i clic degli annunci sono generati da software fraudolenti, ad esempio. Ci sono un gran numero di possibilità tecniche e, di conseguenza, i tipi di frode sono molteplici.

La nostra soluzione di AdFraud Prevention identifica questa attivita’ illecita e definisce la tipologia di frode.

Ad Stacking

Gli annunci vengono posizionati uno sopra l’altro. Il visitatore della pagina non vedrà una parte dell’annuncio, ma il posizionamento potrebbe causare la fatturazione di un’impression dello stesso.

Browser Malware

Browser Extention Malware è un tipo di frode in cui un’estensione del browser influenza il comportamento e le funzionalità originali del browser. Ad esempio, i banner pubblicitari vengono sostituiti da pubblicita’ di terze parti, per cui i banner visualizzati vengono consegnati, ma non visibili.

Botnet Traffic

Una botnet è una combinazione di diversi bot. Un bot in generale è un meccanismo che, tra le altre cose, richiama automaticamente le pagine e imita il comportamento degli utenti umani. Genera anche impression pubblicitarie, che non sono viste dall’occhio umano.

Domain Spoofing

Le visualizzazioni di pagina vengono manipolate con l’intenzione di pubblicare domini noti nel sistema di distribuzione degli annunci pubblicitari, ma in realtà consentono di tenere il traffico su siti Web discutibili.

Hijacked Device

Dispositivi di proprietà di utenti che hanno browser, app e altri programmi installati a loro insaputa per rendere manipolabile il traffico di pagine e app.

Incentivized Surfbar

Si tratta di evoluzioni browser all’inyterno dell’area pay-to-surf e pay-to-click. Incoraggia gli utenti a visitare le pagine o fare clic sugli annunci per guadagnare.

Artifical Traffic

Il termine “traffico artificiale” descrive le visualizzazioni di pagina e le impressioni dell’annuncio, ad esempio causate da botnet. Dietro non vi è un utente umano, ma solo sistemi software che aumentano artificialmente il volume di consegna.

Non-Human Traffic

Non Human Traffic (NHT) definisce ovviamente il traffico che non è umano. Spesso è generato da bot.

Sophisticated Invalid Traffic (SIVT)

MRC distingue tra GIVT (General Invalid Traffic) e SIVT (Sophisticated Invalid Traffic). Sotto GIVT, ad esempio, i crawler, che cercano pagine per informazioni. Al contrario, SIVT contiene effettivamente traffico fraudolento, come bot, sitebar e malware del browser.

Suspicious Behavior

Se un utente pratica un comportamento atipico, lo percepiamo come “comportamento sospetto”. Questi comportamenti includono, ad esempio, clic su banner invisibili, scrolling insolito o altri modelli non canonici.

Suspicious Pages

Le “pagine sospette” sono pagine con parametri insoliti. Questi includono tra l’altro URL velati o cosiddetti “stacked ads”, ad es. banner che vengono caricati in un AdSlot sbagliato, in modo che diversi banner possano essere consegnati in parallelo.

AUDIENCE VERIFICATION

E’ il nostro strumento di misurazione dell’audience, sviluppato in collaborazione con i panel providers principali e di massima qualita.

Deterministic Data

I dati deterministici si basano su caratteristiche del cliente chiaramente assegnabili, che possono essere definiti e assegnati, ad esempio, dal login di un utente.

Panel

Un panel è una cerchia immutabile di persone, con cui vengono effettuate misurazioni a lungo termine.

Probabilistic Approach

L’approccio probabilistico si basa su profili completamente anonimi creati da tecniche di apprendimento automatico o statistico.

Sociodemografic Data

Facciamo qui riferimento alle informazioni e ai dati ottenuti mediante metodologie empiriche di ricerca sociale. Questi sono ad esempio:

– Gender
– Age
– Marital status
– Education
– Household size
– Household net income
– Job-related situation

Target Group Check

Il Target Group Check e’ parte della nostra soluzione per la misurazione dell’audience. In tal modo, abbiniamo un target group da te definito con i panelisti effettivamente incontrati. In base a questo rapporto, restituiamo un fattore di corrispondenza, in modo che tu possa giudicare se il targeting è adeguatamente controllato e il target group appropriatamente raggiunto

BRAND SAFETY

A seconda del contesto, posizionare un annuncio in un ambiente inappropriato può influire notevolmente sulla brand image. Per evitare questo, proponiamo una soluzione di Brand Safety.

Automated Deliverysystems

La catena di distribuzione di un banner pubblicitario è sempre più controllata da algoritmi e software. Questi sistemi di consegna automatizzati spesso rendono difficile determinare in anticipo l’ambiente dell’annuncio o persino deteriminarlo in un secondo momento.

Brand Safety Categories

All’interno del nostro prodotto Brand Safety, dividiamo parole chiave e siti web nelle seguenti tre categorie: contenuti per adulti, contenuti illegali e violenti.

Inappropriate Domains

Qui includiamo i domini che potrebbero non essere adatti alla pubblicità e pertanto possono influire negativamente sull’immagine del marchio. Questo può essere, ad esempio, pagine che ritraggono contenuti che glorificano la violenza o ritraggono elementi pornografici.

Brand Safety

L’ambiente di un annuncio può causare danni permanenti all’immagine di un marchio perché il contenuto dell’annuncio è associato al prodotto pubblicizzato. L’esclusione di siti Web dannosi protegge la sicurezza e l’immagine del marchio.

Whitelist / Blacklist

In molti sistemi di delivery, è possibile inserire white list o black list. Una white list specifica i domini su cui un banner deve essere distribuito in maniera esclusiva. Al contrario, una black list include tutti gli URL su cui l’annuncio non dovrebbe essere riprodotto. Puoi anche condividere preliminarmente tali elenchi direttamente con noi per avere una panoramica di come vengono presi in considerazione.